“Lettera a una professoressa” – a Taino va in scena un’orazione civile, tra parole e suoni.

 

Presso il Teatro dell’Olmo di Taino, sabato 24 novembre alle ore 21, verrà messo in scena lo spettacolo “Lettera a una professoressa“, per la regia teatrale e l’interpretazione di Nicola Tosi, l’accompagnamento musicale e canoro di Valentin Mufila, la grafica dal vivo di Angelo Fiombo e la regia audiovisiva di Lorenzo Ronchi.

L’interprete e regista Nicola Tosi, con Lettere a una professoressa, porta sul palco un tema scottante e assolutamente attuale. Il classismo della società contemporanea, tende ancora oggi a sottolineare ed acuire il gap socio-culturale, creando così un solco di divisione difficilmente colmabile.

Il lavoro di Tosi, riadatta come monologo il testo originale scritto da Don Milani e da alcuni ragazzi della scuola di Barbiana ed edito nel 1967, lo stesso anno della scomparsa del priore.

L’opera, riprende la testimonianza di un ragazzo respinto più volte dall’Istituto Magistrale di Firenze, che racconta il suo percorso formativo presso la scuola di Barbiana, insieme ai suoi compagni figli di montanari e contadini. In questo contesto, vengono descritti anche i metodi pedagogici rivoluzionari di Don Milani tipicamente anti-accademici, che puntavano ad inserire nella società persone abituate solo alla povertà e all’emarginazione.

Nel suo lavoro Tosi fa emergere una forte teatralità da un testo pensato per la stampa e non certo per essere messo in scena. “Lettere a una professoressa” diventa così un’orazione civile, arricchita dal contributo musicale di Valentin Mufila, in un dialogo tra parole e suoni. La chitarra interagisce sottolineando, amalgamando, facendo da contrappunto al recitato.

Il regista e interprete Nicola Tosi ha studiato a Bologna, laureandosi nel Corso di Laurea Dams della Facoltà di Lettere e Filosofia, quindi diplomandosi in recitazione presso Accademia 96. Ha collaborato con Centro Nazionale Teatrale di Riccione, Teatro Poesia di Bologna, Teatro di Ferrara, Teatro San Babila di Milano. È stato interprete di Dino Campana nel film di Silvana Strocchi “Il germe del melograno”. Si è laureato in Scienze Storiche all’Università Statale di Milano, con tesi sulle pubblicazioni presso Einaudi dei drammi di Pinter e Osborne. Ha pubblicato per le Edizioni Il Cavedio il “Manuale di dizione e lettura espressiva”. Dal 2008 risiede nuovamente in provincia di Varese, dove insegna Italiano, Storia, Dizione e Recitazione.

Valentin Mufila è nato nella Repubblica Democratica del Congo. Cantante, musicista e compositore, vive in Italia da sette anni. Nel 2012 ha creato con amici italiani Mapendo Africa Sound, una band che di musica africana, e ha lavorato con tante associazioni italiane e africane per vari progetti. Ha partecipato alla marcia della pace del 2 giugno a Berlino, dove si è esibito con l’artista di Varese Cristina Barzi.

 

don milani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...