“Le cause delle migrazioni” – E’ iniziata la terza edizione dell’Università delle Migrazioni

Settimana scorsa ha preso il via, con l’incontro “Finanza internazionale e migrazioni”, la terza edizione dell’Università delle Migrazioni, organizzata da Attac Saronno insieme ad un nutrito gruppo di associazioni. Martedì 20 febbraio si terrà, presso l’Auditorium Aldo Moro di Saronno in Viale Santuario 13, la seconda serata: “Il caporalato combattuto sul campo“. Con questa presentazione gli organizzatori raccontano le novità di questa edizione e le tematiche che verranno affrontate nei prossimi quattro incontri. 

Pensare, ma anche agire. In queste poche parole può riassumersi il motto della terza edizione dell’Università delle Migrazioni, che ha avuto inizio lo scorso 16 gennaio. La formula di quest’anno prevede, per ogni incontro, la presenza di un esperto sulle cause delle migrazioni, che vanta una chiara esperienza sul campo.

La testimonianza diretta di chi ha vissuto sul campo le situazioni di difficoltà connesse all’immigrazione ha sempre capacità di far immedesimare il pubblico: lo abbiamo visto nello scorso settembre, quando abbiamo portato a Saronno l’operatrice umanitaria Benedetta Collini, della Ong SOS Mediterranée, impegnata nei salvataggi di naufraghi nel Canale di Sicilia. Erano appena finite le vacanze estive, ma la Sala Nevera traboccava di persone, in ossequioso silenzio davanti alla testimonianza della volontaria e del padre di un ragazzo algerino scomparso in una traversata. I relatori di ogni serata, come nella felice formula dell’anno scorso, saranno sempre due: l’altra novità è che il secondo relatore porterà i discenti a conoscenza di azioni concrete, effettuabili nella quotidianità da qualunque persona, utili a sradicare le cause della migrazione forzata di tanta umanità.

Come al solito, gli appuntamenti si terranno al terzo mercoledì del mese, da gennaio a maggio, anche se non sono esclusi “eventi collaterali” sul tema delle migrazioni: presentazioni di libri, film, opere teatrali e quant’altro sia utile a sensibilizzare i cittadini di Saronno e del Saronnese su un tema sempre attuale e complesso. Come ogni anno, l’Università delle Migrazioni nasce dal lavoro collegiale di una ventina di enti, gruppi e associazioni del territorio che – in forma totalmente autofinanziata – costruiscono un corso di cinque appuntamenti. Quest’anno terranno banco le cause delle migrazioni: dagli squilibri finanziari globali allo sfruttamento lavorativo, dall’accaparramento di fonti energetiche a quello di materie prime, fino alla testimonianza diretta di cooperanti impegnati nella lotta per la propria terra e acqua del popolo palestinese.

Un’ultima novità di quest’anno: stiamo chiedendo a diverse istituzioni scolastiche, nonché a ordini professionali, la possibilità di riconoscere crediti formativi a studenti, insegnanti, professionisti di alcune categorie (assistenti sociali, psicologi, educatori, forse anche a giornalisti) per un numero crescente di persone.

A proposito di numeri: 100 presenze fisiche ad ogni lezione, la media dei primi due anni, con almeno 150 contatti streaming e on-line (sul blog di Attac Saronno) per visionare le registrazioni dell’evento, tuttora disponibili in rete. Un numero che speriamo salga, grazie soprattutto all’apporto di chi – non essendosi ancora fatto un’idea definitiva sulle migrazioni, e ci risulta siano in tanti – avrà la voglia e la curiosità di frequentare le nostre lezioni”, concludono gli organizzatori, fornendo anche un recapito per informazioni: 3358480240.

 

49896906_10218835261981386_3277858554282770432_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...