I venerdì sera di Filmstudio 90: tre incontri con i registi

L’associazione Filmstudio 90 ha preparato un’operazione di rilancio del venerdì sera cinematografico varesino, organizzando un ciclo di tre incontri con altrettanti registi italiani.
Presso il cineclub di via de Cristoforis 5, avremo il piacere di accogliere Bonifacio Angius (regista di “Ovunque proteggimi”), Daniele Incalcaterra (regista di “Chaco”) e Federico Bondi (regista di “Dafne”), con la possibilità per tutti i soci di conoscere meglio il lavoro di questi autori e soddisfare le proprie curiosità da cinefili.


Venerdì 22 marzo alle ore 21, il regista sardo Bonifacio Angius, già candidato al Pardo d’oro al Festival di Locarno, ci introdurrà alla proiezione di OVUNQUE PROTEGGIMI (Italia 2018, 94′), presentato al 36° Torino Film Festival, nella sezione “Festa Mobile”, che Mymovies.it definisce “un film bellissimo e malato, denso e sottile, che obbliga a ridefinire la nozione volatile di follia”.
Con protagonisti Alessandro Gazzale e Francesca Niedda, il film racconta di Alessandro, un cinquantenne alienato e collerico, che vive con la madre e spende la sua vita nei bar dove beve e sperpera soldi ai gratta e vinci. Da suo padre ha ereditato una camicia portafortuna e il talento per la musica. Dopo una crisi e un ricovero coatto, incontra Francesca, una giovane donna fragile che con problemi di tossicodipendenza, che ha perso la custodia di suo figlio. Congedati dalla clinica e legati da una notte d’amore, fuggono verso Cagliari alla ricerca del bambino e di un’accettazione affettiva e sociale da sempre negata. Un viaggio che svelerà ancora una volta le loro fragilità ma anche il loro desiderio di normalità e comprensione.
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=irZNDemvOfk

Venerdì 29 marzo alle ore 21, Daniele Incalcaterra ci parlerà diCHACO (Argentina/Italia/Svizzera 2018, 106’), il documentario diretto insieme a Fausta Quttrini, che punta i riflettori sulla battaglia per difendere la foresta paraguayana, la seconda foresta vergine più grande del pianeta, dalla deforestazione finalizzata alla creazioni di pascoli per l’allevamento di bovini e per la produzione industriale di soia transgenica.
Ogni 3 secondi, nel mondo scompare un’area di foresta grande quanto un campo da calcio. L’espansione agricola è responsabile dell’80% della deforestazione globale, con effetti devastanti sul clima e sulla biodiversità del Pianeta, con violazione dei diritti umani delle popolazioni indigene. Nel Chaco paraguaiano ogni giorno vengono distrutti 2000 ettari di foresta.
Da anni Incalcaterra e Quattrini sono in prima linea per difendere migliaia di ettari di foresta e avevano già portato il problema al cinema con il loro precedente film “El Impenetrable” del 2012. 
Oltre all’importanza del tema trattato, che da questione personale diventa problema universale, “Chaco” vanta anche la vittoria al Festival dei Popoli 2018 e il Greenpeace Award 2018 per il miglior film a tema ambientale.
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=6f573KzBe3M

Venerdì 5 aprile alle ore 21, Federico Bondi sarà presente alla proiezione in prima visione di DAFNE (Italia 2019, 94’), in uscita giovedì 21 marzo, Giornata Mondiale delle Persone con Sindrome di Down. 
Il film ha per protagonista l’esordiente Carolina Raspanti, nel ruolo di Dafne, ragazza affetta da Sindrome di Down, che vive con i suoi genitori ma grazie al suo carattere vivace ed esuberante riesce ad organizzarsi una vita autonoma. Tuttavia, alla morte improvvisa della madre l’equilibrio familiare si sgretola: mentre Dafne affronta il lutto con coraggio e incoscienza, suo padre cade in una profonda depressione, preoccupato per la sua possibile morte che lascerebbe sola la figlia. Durante una sessione di trekking in montagna verso il paese natale della madre, padre e figlia impareranno conoscersi meglio e a superare i rispettivi limiti. 
Il film ha ricevuto il Premio della critica internazionale FIPRESCI al 69° Festival di Berlino (2019), presentato nella sezione ‘Panorama’.
Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=RXmNT6CFeNU


Il costo del biglietto per una serata è di 6 € per i soci ordinari e di 3 € per chi ha meno di 25 anni.
Ricordatevi che l’ingresso è riservato ai soci: serve la tessera Filmstudio 90 (o Arci) per entrare nella sala del cineclub! 
Chi vuole guardare il film e non è ancora socio deve obbligatoriamente compilare il form almeno 24 ore prima della proiezione a cui vuole partecipare. Se non verrà fatto almeno 24 ore prima della proiezione non potremo fare accedere alla sala.

Gabriele Ciglia
Filmstudio 90

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...